I siti web responsive di recente stanno salendo alla ribalta e l’importanza di possederne uno è un fatto ormai conclamato e riconosciuto.

Vediamo perché:

Esiste un imperativo strategico che un imprenditore deve tenere presente: rimanere costantemente al passo con i tempi è il fondamento sul quale si basa il successo della sua azienda.

Se fino a pochi anni fa il settore di investimento imprescindibile era la semplice pubblicità visiva, radiofonica o televisiva, con il passare del tempo (e a ritmi esponenziali) le esigenze sono mutate, orientandosi prepotentemente sul web marketing: alcuni anni or sono è cominciata ad emergere l’esigenza di avere un buon sito web; successivamente, con l’avvento della navigazione mobile, le aziende, limitate da una tecnologia non ancora adeguata, hanno dovuto sobbarcarsi un doppio investimento per avere un sito web  idoneo alla navigazione tramite PC ed un altro sito che fosse adatto ad essere consultato da dispositivi mobili, all’epoca appena lanciati sul mercato.

E’ evidente (ma lo vedremo meglio tra poco) che tale soluzione non fosse sostenibile sul lungo periodo, soprattutto per aziende con siti dai contenuti molto dinamici.

siti-web-responsive-obbligatori-da-aprile-2015Oggi, grazie allo sviluppo di nuove tendenze e soluzioni tecnologiche legate al web design, è possibile ottenere dalla propria Web Agency quelli che sono comunemente definiti siti web RESPONSIVE (o “adattivi”), vale a dire siti che, in un’unica soluzione di progettazione, rispondono perfettamente alle esigenze di navigazione da qualsiasi dispositivo.

Se consideriamo l’incredibile diffusione, nei tempi più recenti, di tablet e smartphone (a discapito dell’acquisto di PC e Notebook) possiamo facilmente capire che il modo di navigare delle persone sta mutando, soprattutto in taluni settori, e che avere un sito facilmente fruibile da tecnologia mobile è il modo per incrementare visibilità e vendite della nostra azienda.

Questi siti sono in grado di distinguere il tipo di dispositivo dal quale sta avvenendo la connessione e di adattarsi automaticamente al formato necessario per una navigazione ottimale, modificando risoluzione, posizione immagini, dimensioni griglie e contenuti.

La prima riprova della positività di tali soluzioni ce la dà Google, che le incentiva attraverso un trattamento preferenziale: i siti web responsive, a partire dal 21 Aprile 2015, verranno infatti posizionati più in alto nei risultati di ricerca, pertanto avere un sito web RESPONSIVE ci regalerà maggiore visibilità, facendoci  immediatamente emergere di fronte alla potenziale clientela rispetto alla concorrenza, più arretrata tecnologicamente (questa decisione, presa da Google con la finalità di rendere la navigazione dei propri utenti sempre agevole e efficace, è stata annunciata ufficialmente il 26/02/15 sul suo Webmaster Central Blog

mobile-friendly

(Ecco come risulta nella SERP la “Mobile-friendly label” – Fonte immagini:Official Google Web Master Blog)

Non solo: Google ha implementato le informazioni contenute nella SERP (sigla usata per indicare la “Search engine report page”, cioè, appunto, la pagina dei risultati di ricerca) assegnando ai siti  web RESPONSIVE una “Mobile-friendly label” (un’”etichetta”, appunto: una dicitura che segnala a prima vista agli utenti che quel particolare sito è adatto per la navigazione mobile):

Secondo quanto indicato sul Blog Ufficiale di Google, ecco come lavora chi realizza un sito web responsive che può ottenere la “Mobile-friendly label”:

  • Evita software non comuni sui dispositivi mobili, ad esempio Flash
  • Utilizza un testo che sia leggibile senza zoom
  • Adatta i contenuti al display in modo che gli utenti non debbano scorrere orizzontalmente o zoommare.
  • Posiziona i link a distanza sufficiente cosicché quello giusto possa essere facilmente cliccato.

Nel valutare i vantaggi correlati ai siti web responsive, consideriamo anche la soddisfazione dell’utente: navigare agevolmente in qualsiasi parte del sito e trovare senza fatica le informazioni che sta cercando renderanno la sua esperienza positiva in termini di risultato e piacevole in senso generale: questo, statisticamente, significa che egli probabilmente resterà più a lungo sulla pagina e/o vi ritornerà volentieri in futuro. Va da sé che questo porterà maggiori possibilità di vendita per la nostra attività.

Guardiamo infine l’aspetto che riguarda l’impiego di tempo, fatica e denaro: avere un unico sito web che automaticamente si adatta a tutti i dispositivi di navigazione rende possibile, laddove si renda necessario, attuare un’unica azione per aggiornare il sito dal punto di vista tecnico. lo stesso accade per quanto riguarda eventuali promozioni da inserire o modifiche in termini di contenuti: una per tutti, tutti con una!

Verifica se il tuo sito è responsive a questo link: Tool Mobile Friendly

Il presente è “responsive”: contattami per avere ulteriori informazioni.

Foto testata articolo: Fotolia

Condividi

questa pagina con i tuoi contatti